Antonio Vivaldi (1678-1741):Arie ritrovate

Sonia Prina (contralto ), Stefano Montanari (violino), Accademia Bizantina, Ottavio Dantone (direzione) “La verità in cimento”: Sarai qual padre mio; Se vincer non si può; Mi vuoi tradir lo so; Con palme ed allori;“Teuzzone”: Per lacerarlo; Abbia respiro il cor; Perché lacerò il foglio; “Tito Manlio”: Tu dormi in tante pene; “Teuzzone”: S’a voi penso, o luci belle; Vedi le mie catene;”Orlando Furioso”:  Porta il sol del tuo sembiante;”Teuzzone”:  Alma mia fra tanti affanni; Concerto per archi RV 136; Concerto per violino RV 369. Registrazione: giugno 2007, Museo nazionale, Ravenna. 1 CD Naive, OP 30443#435066

La “Vivaldi edition” intrapresa dalla “Naive” si arricchisce di un nuovo e prezioso contributo. Con il titolo di “Arie ritrovate” ecco tornare a noiuna raccolta di arie staccate o alternative provenienti dalla Biblioteca Nazionale di Torino. Dopo oltre trecento anni, possiamo gustare pagine destinate a “La verità in cimento”, “Orlando furioso”, “Teuzzone” e due frammentida “Scanderberg” del 1718, destinata al Teatro alla Pergola di Firenze e andata perduta. Protagonisti del cd il contralto Sonia Prina: timbro caldo ed espressivo e virtuosismo inappuntabile, così come è ineccepibile l’accompagnamentodi Ottavio Dantone, direttore e clavicembalista, con gli strumentisti dell’ Accademia Bizantinae il primo violino di Stefano Montanari squisito solista concertante nell’aria “Tu dormi in tante pene”del Tito Manlio e nel concerto RV369diretti da Ottavio Dantone.

Lascia un commento