8 marzo: Intervista alla direttrice d’orchestra Elisabetta Maschio

La direttrice d’orchestra Elisabetta Maschio si diploma in pianoforte al Conservatorio “G. Verdi” di Milano sotto la guida del Maestro Riccardo Risaliti. Intraprende la carriera di maestro sostituto con Laurence Foster a Parigi e svolge poi questa attività in vari Teatri in Italia e all’estero: Macerata Festival, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Regio di Torino, Festival di Salisburgo. Compie gli studi di direzione d’orchestra prima con Edoardo Muller e poi con Gustav Kuhn di cui è assistente dal 1989 al 1992.
Debutta nel 1991 alla guida dell’orchestra della Staatsoper di Budapest dirigendo “Il Trovatore” di G. Verdi e da allora frequenta il repertorio lirico con regolarità. Ha un notevole successo personale la direzione di “Madama Butterfly” allo Sferisterio di Macerata nel luglio 1991. Ha accompagnato anche spettacoli di balletto con étoiles
internazionali quali Luciana Savignano, Xiomara Reyes, Lola Greco, Alessandro Molin, Marco Pierin. E’ stata ospite di vari Teatri in Italia e all’estero quali:il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro Comunale di Modena, il Teatro Politeama Greco di Lecce, il Teatro “Valli” di Reggio Emilia, il Teatro Olimpico di Vicenza, il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Verdi di Trieste il Teatro Sistina a Roma, l’Auditorium “Pollini” di Padova, il Teatro Nazionale di Praga.
Ha diretto il repertorio operistico e sinfonico anche a Madrid, a Budapest, a Lima, a Città del Messico, a Praga, a Bilbao , Seoul e Buenos Aires e in molte altre sedi internazionali.
Nel 1995 fonda l’ “Orchestra Giovanile della Sardegna” a Sassari dove ricopre il ruolo di direttore artistico dell’Ente Concerti “M. De Carolis” dal 1995 al 1997.
Durante il biennio ’96 – ’97 è direttore artistico e stabile dell’Orchestra dell’Amministrazione Provinciale di Lecce dove svolge una intensa attività concertistica affrontando il repertorio sinfonico che va dal ‘700 alla musica contemporanea. Sempre a Lecce si occupa della programmazione lirica della stagione 1997.
Nel 2001 Ha fondato l’orchestra giovanile “la Réjouissance” che raccoglie giovani musicisti di tutta la regione veneto (80) e che si è già esibita in molti teatri importanti in Italia e ha partecipato a festival internazionali. Tale orchestra è ambasciatore ufficiale UNICEF.
Insignita per questa ultima iniziativa, del leone d’oro della Regione del Veneto per la divulgazione culturale e per due volte della medaglia d’argento del Presidente della Repubblica, ha dato inizio ad Asolo alla rassegna internazionale “Gioie Musicali” dedicata ai musicisti e al teatro musicale per interpreti under 21.

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *