Buon compleanno a Kiri Te Kanawa

Kiri Janette Te Kanawa, nata in Nuova Zelanda dal popolo Māori dell’Isola del Nord, venne adottata nei primi anni di vita, e molto poco si sa dei suoi veri genitori. In gioventù lavorò come cantante nei night-club.
Studiò canto con l’insegnante più conosciuto di tutto il suo stato, che la aiutò ad iniziare una carriera di mezzosoprano, anche se poi la sua voce si evolse verso il registro vocale di soprano. La sua registrazione dell’operetta di Johann Strauss Casanova è stato il primo disco d’oro neozelandese.
Nel 1965 vinse un concorso a cui partecipavano cantanti non solo classici, con “Vissi d’arte”, l’aria della Tosca di Puccini: il premio fu una borsa di studio che le permise, nel ’66, di frequentare il London Opera Study Center.
Nel 1971 debuttò al Covent Garden nel ruolo di Fanciulla-fiore nel Parsifal, per poi cantare Xenia in Boris Godunov con Boris Christoff, la Sacerdotessa in Aida con Shirley Verrett, la Contessa nelle nozze di Figaro di Mozart nello stesso anno, Micaela in Carmen con Plácido Domingo e Shirley Verrett diretta da Georg Solti, Maria in Simon Boccanegra e Donna Elvira in Don Giovanni con Margaret Price e Cesare Siepi nel 1973.
Nel 1972 è Desdemona in Otello diretta da Alberto Erede per la Scottish Opera a Glasgow, Aberdeen ed Edinburgo.
Al Glyndebourne Festival Opera nel 1973 è la Contessa Almaviva ne Le nozze di Figaro con la London Philharmonic Orchestra e Frederica von Stade.
Nel ’74 fu la volta del debutto al Metropolitan Opera House di New York, come sostituta di Teresa Stratas nella parte di Desdemona nell’Otello diretta da James Levine.
Al Royal Opera House di Londra nello stesso anno è Desdemona in Otello con Piero Cappuccilli diretta da Charles Mackerras e nel 1992 con Plácido Domingo diretta da Georg Solti e Marguerite in Faust, Fiordiligi in Così fan tutte, Mimì ne La bohème con Luciano Pavarotti e Tatyana in Eugene Onegin nel 1976, Arabella in Arabella (opera) e Rosalinde in Die Fledermaus con Hermann Prey diretta da Zubin Mehta nel 1977, Pamina in Die Zauberflöte e Violetta Valery ne La traviata con Renato Bruson nel 1980, Manon Lescaut con Domingo diretta da Giuseppe Sinopoli nel 1983, die Marschallin in Der Rosenkavalier con Kurt Moll nel 1989, The Countess Madeleine in Capriccio (Strauss) nel 1991, un recital nel 1993. Fino ad oggi al Covent Garden è andata in scena per sessantaquattro rappresentazioni fino al 1997.
Negli anni successivi, cantò a Parigi, Sydney, Vienna, Colonia, Chicago, Milano, Monaco, San Francisco, quasi sempre interpretando ruoli italiani, per la lingua del cantato o per la nazionalità dell’autore musicale. Kanawa ha una particolare affinità interpretativa con i personaggi di Richard Strauss e di Mozart. Al Metropolitan è Donna Elvira in Don Giovanni con Edda Moser nel 1975 e la Contessa Almaviva ne Le Nozze di Figaro nel 1976, Fiordiligi in Così Fan Tutte con Kathleen Battle e Princess von Werdenberg in Der Rosenkavalier con Tatiana Troyanos e Kurt Moll nel 1982, Arabella di R. Strauss con la Battle e Violetta ne La Traviata nel 1983, canta in un recital nel 1984, Philistine Woman ed Israelite Woman in Samson, Amelia in Simon Boccanegra e Rosalinde in Die Fledermaus nel 1986, la Contessa in Capriccio di R. Strauss nel 1988, Duchesse de Krakentorp (ruolo d’attrice) ne La Fille du régiment nel 2010 e fino al 2012. Fino ad oggi ha cantato in centoventi rappresentazioni al Met.
Nel 1976 ha interpretato la Contessa nella storica edizione filmata delle Nozze di Figaro con la regia di Jean-Pierre Ponnelle e la direzione dell’anziano Karl Böhm. Nel 1979 è stata anche interprete di Donna Elvira nel Don Giovanni di Joseph Losey con Teresa Berganza e José van Dam diretta da Lorin Maazel, mentre nel 1984 ha partecipato all’incisione di West Side Story di Bernstein, accanto a José Carreras, nella parte di Maria. Al Teatro alla Scala di Milano nel 1978 canta i Vier Letzte Lieder di R. Strauss diretta da Claudio Abbado con l’orchestra Wiener Philharmoniker ed è Maria in Simon Boccanegra con Cappuccilli e Nicolai Ghiaurov e tiene un concerto nel 1979 ed uno nel 1988.
Nel 1979 canta in concerto al Grand Théâtre di Ginevra. A Salisburgo nel 1979 è La Contessa di Almaviva ne Le nozze di Figaro con e Wiener Philharmoniker e José van Dam diretta da Herbert von Karajan e tiene anche un recital. Al Wiener Staatsoper è Desdemona in Otello nel 1980, Die Feldmarschallin in Der Rosenkavalier con Kurt Moll nel 1987, Arabella nel 1992 e Duchesse de Crakentorp ne La Fille du régiment nel 2007. Nel 1981 è Arabella nella prima rappresentazione nel Théâtre de l’Opéra di Parigi di “Arabella”.
In Gran Bretagna è diventata popolare il giorno del matrimonio tra Carlo e Diana (29 luglio 1981), quando più di mezzo miliardo di telespettatori l’ha potuta ascoltare mentre cantava Let the Bright Seraphim dal Samson (Georg Friedrich Händel).
Nel 1982 è Desdemona nell’Otello all’Arena di Verona. All’Opera di Chicago nel 1984 è Arabella con Jean Kraft, nel 1986 tiene un concerto, nel 1987 è Fiordiligi in Così fan tutte, nel 1989 Elisabetta di Valois in Don Carlo con Samuel Ramey diretta da James Conlon e nel 1995 Amelia Grimaldi in Simon Boccanegra. Nel 1985 canta nella prima esecuzione assoluta postuma nella Avery-Fisher-Hall di New York di “Malven” di Richard Strauss. Nel 1986 canta O mio babbino caro (Gianni Schicchi) e Chi il bel sogno di Doretta (La Rondine) con la London Philharmonic Orchestra diretta da Sir John Pritchard nella colonna sonora di Camera con vista (film). Nel 1987 canta in concerto al Civic Theatre di San Diego. Al San Francisco Opera tiene due recital nel 1982, uno nel 1989 ed un concerto nel 1992. Nel 1988 tiene un recital al Teatro La Fenice di Venezia.
Nel 1991 canta World in Union nella cerimonia di apertura della Coppa del Mondo di rugby nel Regno Unito ed il singolo raggiunge la decima posizione in classifica in Nuova Zelanda. Nel 1998 è La Contessa in Capriccio a Glyndebourne. Nel 2002 canta in un concerto celebrativo a Londra. Ha ricevuto onorificenze in Gran Bretagna, Australia e Nuova Zelanda, sua patria natale, oltre che lauree honoris causa da numerose università. Si è ritirata dalle scene nel 2004, dopo le rappresentazioni di Vanessa di Samuel Barber al teatro dell’opera di Los Angeles, anche se sporadicamente appare in veste di attrice.
Nel 2008 tiene un concerto per il Washington National Opera. Nel 2010 e nel 2012 tiene un recital al Ravinia Festival di Highland Park (Illinois). Nel 2011 canta in un concerto al Festival di Verbier (Svizzera).

Share This

1 comment

  1. Adele Rovereto

    Nonostante il trascorrere del tempo, è ancora una splendida cantante (e una bellissima donna): auguri alla Dame Kiri Te Kanawa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *