Intervista al M° Jader Bignamini

Jader Bignamini – Scelto nel 1998 da Riccardo Chailly come clarinetto piccolo dell’Orchestra Sinfonica laVerdi di Milano, Jader Bignamini inizia il suo percorso all’interno dell’Istituzione che lo vedrà passare dalle file dell’Orchestra al podio, fino ad essere nominato nel 2010 Direttore Assistente e dal 2012 Direttore Associato.
Nato a Crema, dopo gli studi al Conservatorio di Piacenza, inizia giovanissimo a collaborare, anche come solista, con diverse orchestre e avvia contemporaneamente l’attività di Direttore con gruppi da camera, orchestre sinfoniche teatri d’opera.
Nel 2012 partecipa per il secondo anno consecutivo al Festival MITO con la Messe Solennelle di Berlioz; prosegue inoltre la sua intensa collaborazione con l’orchestra laVerdi dove dirige, oltre a quello inaugurale, svariati concerti con programmi lirici e sinfonici (Brahms, Čajkovskij, Glinka, Musorgskij, Prokof’ev, Ravel, Respighi, Rimsky-Korsakov, Paganini, Piazzolla, Stravinsky, Vivaldi), sia a Milano che nella tournée in Russia alla Čajkovskij Hall di Mosca e alla Glinka Philarmonic Hall di San Pietroburgo, collaborando con solisti quali Karen Gomyo, Francesca Dego, Natasha Korsakova, Kolya Blacher e Lylia Zilberstein.
Seguono i debutti sinfonici in Giappone alla Biwako Hall di Otsu, in Brasile al Teatro Municipal di São Paulo, a Palermo con l’Orchestra Sinfonica Siciliana e a Firenze col Maggio Musicale.
Inaugura poi il XXXIX Festival della Valle d’Itria con Crispino e la Comare dei fratelli Ricci, la XX Stagione Sinfonica dell’orchestra laVerdi con un programma verdiano e il Festival Verdi 2013 a Parma con Simon Boccanegra, a seguito del quale gli viene offerto dal Regio di Parma un invito triennale per il Festival.
Tra gli impegni recenti, oltre ai numerosi appuntamenti sinfonici con laVerdi, tra i quali il Requiem verdiano, l’inaugurazione della Stagione della Filarmonica del Comunale di Bologna con Carmina Burana di Orff, La Bohème di Puccini al Municipal di São Paulo e al Teatro La Fenice di Venezia, L’Elisir d’amore di Donizetti ad Ancona, Tosca di Puccini al Comunale di Bologna, La Forza del destino al Festival Verdi di Parma. Debutta al Teatro Filarmonico di Verona dirigendo il concerto degli auguri nel 2009. Torna per la Stagione d’Opera e Balletto 2013-2014 per dirigere La Bohème.

Lascia un commento