Intervista al tenore Jean-François Borras

Considerato tra i più affermati tenori della sua generazione, Jean François Borras inizia gli studi di canto presso l’Académie de Musique Rainier III di Monaco con Marie-Anne Losco e si perfeziona poi con Michèle Command et Gabriel Bacquier.
Intraprende una promettente carriere cantando Alfredo nella Traviata di Verdi a Mannheim, Edgardo in Lucia di Lammermoor di Donizetti a Graz, Des Grieux in Manon Lescaut di Puccini a Roma e al Palau de les Arts de Valencia, Il Duca in Rigoletto di Verdi a Rouen, Caracalla, Atene e Genova. Debutta nel ruolo del titolo in Roméo et Juliette di Gounod Trieste e Genova, Rodolfo nella Bohème di Puccini a Trieste, Aachen e Graz.
Dal 2007 si esibisce su i più importanti palcoscenici internazionali. Collabora con direttori quali Alain Guingal, Evelino Pidò, Daniel Oren, Patrick Fournillier, Daniele Callegari, Fabrizio Carminati, Michel Plasson, Alain Altinoglu e Stéphane Denève.
Recentemente interpreta Des Grieux in Manon Lescaut all’Opéra Bastille di Parigi e alla Staatsoper di Vienna, Rainbaud in Robert le Diable di Meyerbeer al Covent Garden di Londra, Alfredo nella Traviata a Monte Carlo, il cavaliere de la Force in Les Dialogues des Carmélites di Poulenc a Santa Cecilia, debutta al Metropolitan Opera di New York in Werther di Massenet ottenendo grande successo di pubblico e critica. All’Arena di Verona debutta nel 2011 nel ruolo di Tybalt del Roméo et Juliette.
Al Teatro Filarmonico di Verona debutta nel 2010 nel ruolo di Romeo in Roméo et Juliette; torna per la Stagione d’Opera e Balletto 2013-2014 per interpretare Rodolfo nella Bohème di Puccini.

Lascia un commento