“Il Cavaliere della rosa” conquista Pechino!

“Il Cavaliere della rosa” conquista Pechino!

rosenkavalier 2Incredibile successo per la nuova produzione di Der Rosenkavalier al Centro Nazionale per le arti sceniche (NCPA) di Pechino. La scommessa dei programmatori del piu’ grande teatro d’opera cinese su un titolo non facile e di grande gusto come Der Rosenkavalier, dopo una serie di opere piu’ popolari e note, e’ stata vinta. Quattro recite tutte esaurite e straordinario gradimento del pubblico per l’opera che ha avuto in Gilbert Deflo un attento, fedele e competente regista coaudiuvato dalle eleganti e bianche scenografie classicheggianti di Alessandro Camera e dai costumi pastello e delicati di Carla Ricotti. L’opera e’ stata diretta con diligenza e competenza da Sebastian Lang Lessing che ha saputo far venire fuori splendidi colori e momenti di perfezioni con la disciplinata e attenta orchestra. I due cast, uno internazionale e l’altro misto cinese internazionale, hanno commosso il pubblico e regalato momenti di autentica emozione con melanconica atmosfera e rarefazione di suoni. La competente Michaela Kaune, dimostrando di possedere pienamente il ruolo della Marschallin,  ha avuto due partners ineccepibili e perfetti nell’Octavian di Kaitlin Hulcup e nell’Ochs di Manfred Hemm. La giovane Rachel Gilmore ha regalato momenti di dolcezza e pulizia di suono alla sua Sophie, mentre lo stentoreo Michael Kupfer dava la giusta interpretazione al personaggio di Faninal con imponente voce e rosenkvalier 1personalita’. Eccellenti Kurt Atzenberger e Jahnette Ahns nei due ruoli caratteristi di Valzacchi ed Annina e benissimo tutti i piccoli ruoli interpretati da giovani cantanti cinesi, alcuni dei quali membri del coro stabile del NCPA. L’altro cast presentava Anne Marie Kremer, eccellente Marscallin, e l’Octavian consumato di Ning Liang, mentre Robert Holzer dava carattere viennese al suo Ochs e Huang Ying riprendeva Sophie. Molto bene il coro e sopratutto la giovane orchestra den NCPA, che si cimentava per la prima volta con Strauss ha regalato momenti di colori e eccellenti suoni sotto l’attenta, competente e diligente bacchetta di Sebastian Lang Lessing. Dopo una serie di Verdi, Puccini e altri compositori, per la prima volta un’opera di Strauss e’ stata eseguita al NCPA con grande soddisfazione del pubblico e della direzione del teatro. La breve storia del NCPA e dell’opera lirica ha raggiunto gia’ la cifra di ben 36 nuove produzioni occidentali e presto, entro il 2017 raggiungera’ l’obiettivo di 50 nuove opere occidentali in repertorio.

 

 

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *