ORIENTE OCCIDENTE Dance Festival – Trentaseiesima edizione

ORIENTE OCCIDENTE  Dance Festival – Trentaseiesima edizione

Rovereto 30 agosto – 11 settembre 2016   “CORPI E CONFINI”

Con il titolo Corpi e confini Oriente Occidente 2016 continua il suo percorso di intreccio e connessione tra arte coreutica e fenomeni sociali, affrontando un viaggio di conoscenza della vita, della sua genesi e della sua finitezza.
Il Corpo che riempie lo spazio, che riflette il suo tempo, lo spaesamento intimo e collettivo, i processi di migrazione, le eterne lotte di cultura e credenze, lo sradicamento della globalizzazione. Il Corpo che nel suo mutare di localizzazione crea nuovi territori e sempre nuovi confini, geografici, politici, simbolici. Questa trentaseiesima edizione va alla ricerca di storie che prendono forma e vita in terre lontane o nelle pieghe del quotidiano, nell’incontro con l’altro o con la narrativa atemporale di Shakespeare, le vicissitudini di Pablo Picasso e le criticità dei sobborghi afroamericani di Pittsburgh e dei ghetti di Johannesburg. Apre la manifestazioneuno degli artisti contemporanei più significativi ed eclettici Jan Fabre (31 agosto-Teatro Zandonai-ore 20,30) con  Attends, attends, attends…(pour monpère), assolo dedicato al suo danzatore-feticcio Cédric Charron, con cui collabora dal 2000, Jan Fabre affronta il confine terreno per eccellenza: la morte, evocata nella convinzione che possa rivelare meglio la vita.
Tutti gli appuntamenti del Festival dall’8 giugno 2016 su www.orienteoccidente.it

INFO: 0464.431660 – 0464.421404; festival@orienteoccidente.it – www.orienteoccidente.it

 

 

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *