“Ciao, stregone caro…..” L’amore di Elsa e Ottorino Respighi al tempo della Grande Guerra

“Ciao, stregone caro…..”  L’amore di Elsa e Ottorino Respighi al tempo della Grande Guerra

Martedì 7 marzo 2017, ore 20.30 presso la Chiesa di Santa Maria in Chiavica, Verona,nell’ambito della Rassegna “Ottomarzo. Femminile, plurale 2017” promossa dal Comune di Verona, si svolgerà, con il sostegno della 1^ Circoscrizione Centro Storico, il Reading & Concerto dedicato a: Elsa Respighi, (Roma, 24.4.1894 –Roma 17.3.1996) compositrice, cantante, scrittrice, moglie del celebre Ottorino Respighi è una figura poliedrica del mondo musicale italiano novecentesco, di cui è testimone e attenta osservatrice per quasi un secolo. Ma chi era veramente Elsa Olivieri Sangiacomo, la giovane ventenne, brillante allieva di composizione al Regio Conservatorio Musicale Santa Cecilia di Roma, che durante la Grande Guerra si innamora e sposa il suo Maestro Respighi, per dedicarsi totalmente a lui come Musa ispiratrice, interprete vocale, collaboratrice, organizzatrice, regista e curatrice delle sue opere e per portarle all’affermazione internazionale anche dopo la sua morte? Attraverso gli scambi epistolari e successivamente le lettere d’amore che si intrecciano a partire dal 1915, anno in cui Elsa è ufficialmente iscritta alla classe di composizione con Respighi, fino all’anno1919 in cui lei sposa l’adorato Maestro, musiche e parole diventano un’unica intensa comunicazione tra i due protagonisti, una simbiosi dove è difficile districare l’influenza reciproca nel percorso di vita comune.
Sullo sfondo la temperie della Grande Guerra traspare anche dai testi musicati da Elsa, con l’incerta sospensione, l’attesa psicologica che è testimoniata dai video proiettati e dalle fotografie originali della coppia di musicisti.

Inedite e mai eseguite, se non dall’autrice a cent’anni dalla loro composizione, sono le liriche per voce e pianoforte di Elsa, interpretate dal soprano Annunziata Lia Lantieri e dalla pianista Luisa Zecchinelli che le ha trascritte dai documenti depositati nell’Archivio della Fondazione Cini (VE) e nell’Archivio Potito Pedarra(MI).
Nello spettacolo gli attori Andrea De Manincor e Sabrina Modenini daranno voce a Ottorino ed ad Elsa Respighi nel dialogo epistolare e nel racconto degli episodi biografici salienti. Inediti sono anche alcuni passi delle lettere d’Amore tra i due fidanzati “promessi sposi”, il loro percorso segreto nella progressiva crescita spirituale, nell’unione dei cuori alla ricerca dell’intesa: un accordo perfetto modulato con schermaglie in termini ‘musicali’, che raccontano il trasformarsi della scrittura tra il Maestro e la ‘piccola’ allieva dalle prime timide lettere all’amoroso consolidarsi di questo passionale doppio rapporto musicale ed affettivo, in cui i pensieri si rincorrono in un sottile gioco seduttivo.
La lettura a due voci, intrecciata all’esecuzione dei brani composti in quel periodo fecondo, darà corpo strutturale, musicale, musicologico alla viva emozione suscitata dai ricordi dei due artisti, ma soprattutto dalla riscoperta della “voce” sconosciuta di questa grande Donna.
Musiche di Elsa Olivieri Sangiacomo, Ottorino Respighi, Gian Francesco Malipiero.
Ingresso gratuito
Progetto ideato dall’Associazione Concorso Elsa Respighi Verona.
www.concorsoelsarespighi.com   

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *