Venezia, Palazzetto Bru Zane: presentata la nuova stagione

Venezia, Palazzetto Bru Zane: presentata la nuova stagione

Giovedì 20 settembre ha avuto luogo a Venezia, presso il Palazzetto Bru Zane, la conferenza stampa di presentazione della Stagione 2018-2019 del Centre de musique romantique française. Erano presenti: Hervé Combaz (il nuovo direttore generale), Alexandre Dratwicki (direttore scientifico), Rosa Giglio (coordinatrice artistica) e Camille Merlin (coordinatrice editoriale).
Innanzi tutto una buona notizia per i pubblico, che segue sempre numeroso le attività del palazzetto veneziano: la sala dei concerti offrirà da quest’anno novantanove posti, anziché i tradizionali settantacinque.
Limitandoci alla Stagione veneziana – il Palazzetto propone molti spettacoli anche all’estero –, si svolgeranno, come di consueto, due cicli tematici, che metteranno in risalto aspetti opposti della musica francese del XIX secolo: il ciclo “Jacques Offenbach e la Parigi della musica leggera”, in autunno, e il ciclo “Musicisti nella Grande Guerra”, in primavera. L’opera di Jacques Offenbach – di cui cadrà nel 2019 il bicentenario della nascita – sarà messa a confronto con quella dei suoi contemporanei – Serpette, Audran, Varney, Lecocq, ma anche Hervé – per offrire una visione della vita musicale parigina dell’epoca. Il compositore sarà celebrato anche attraverso la scoperta di suoi brani di musica da camera. Nel programma si contano dieci concerti, quattordici cantanti, sedici musicisti e una conferenza.
Il festival “Musicisti nella Grande Guerra” consentirà, attraverso la riscoperta di Jean Cras, un compositore, che era anche ufficiale di marina, di comprendere meglio il ruolo della musica in un periodo tormentato della storia francese, a ciò contribuirà anche un variegato programma di mélodies e di musica da camera di Cras e di altri autori dello stesso periodo. Il programma prevede otto concerti, diciotto musicisti, due cantanti, una conferenza.
Tra i concerti “fuori festival”, quello di Carnevale prenderà amabilmente in giro i parigini del XIX secolo, mentre, nell’ambito della Giornata internazionale dei diritti delle donne, sarà celebrata la compositrice Louise Farrenc. Non mancheranno, nel corso della nuova stagione, i concerti in famiglia, i laboratori pedagogici e altre conferenze. Proseguono le attività editoriali con la pubblicazione di libri, CD, testi musicali. Si ricorda, inoltre, la presenza su Internet di Bru Zane Mediabase (il ricco database con centinaia di documenti testuali e iconografici), oltre a Bru Zane Classical Radio, che diffonde ventiquattro ore su ventiquattro, il repertorio romantico francese. In allegato, la brochure della Stagione veneziana.

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *