“Senza Trucco!”… Lisette Oropesa

Variazioni verbali sull’originale questionario di Marcel Proust. Si racconta  il soprano Lisette Oropesa prossima Violetta in Traviata all’Arena di Verona (1,8 e 17 agosto).
Italian & English version

Si definisca con tre aggettivi…
Onesta, amichevole, motivata.
Qual è il suo segno zodiacale? Si riconosce nei suoi tratti salienti?
Sono una Bilancia…al 100%.
Lei è superstiziosa? E se si, riguardo a cosa? C’è qualche particolare rituale che segue?
No, non sono superstiziosa, ma credo fermamente nei fantasmi.
Si considera una persona spirituale? E se si, in che modo?
Si, credo decisamente nel divino e credo nel destino e in un potere superiore.
Ha mai invidiato qualcuno? E se si, chi?
Si, ammetto di nutrire un senso di invidia per chi è più bello o ha più  successo di me.
Che lavoro avrebbe fatto, se non fosse diventata una cantante lirica?
Probabilmente, sarei diventata una professoressa di Inglese.
La sua famiglia ha influenzato le sue scelte?
Si, sotto ogni punto di vista.
Qual è il suo ricordo più caro?
Ricordo con piacere i viaggi in auto con la mia famiglia, ogni estate, quando andavamo alla Pass Christian Beach, Mississippi.
Qual è il profumo che associa alla sua infanzia?
La fragranza 
“Royal Violets”. Mia madre ce lo metteva da bambine.
Qual è il momento di cui si sente più orgogliosa?
Quando ho firmato il 
mio primissimo contratto con La Scala… In un altro campo: quando completai la mia prima maratona.
Qual è la sua più grande delusione?
Il 
mio primo matrimonio. Fu una scelta frettolosa e prematura. Ora mi sono risposata e sento davvero di aver fatto la cosa giusta.
C’è qualcosa che manca nella sua vita attualmente? E se si, che cosa?
Non mi manca nulla; mi sento del tutto appagata. Sono riuscita a ritagliarmi anche dello spazio e del tempo per tutto ciò che attualmente voglio dalla vita.
Si emoziona facilmente?
Assolutamente si!
Cosa le fa più paura?
Ho paura di cantare male. E oltre a quello, di cadere in un lago ghiacciato.
Che cosa trova noioso?
Niente nello specifico, se la gente si appassiona a qualcosa sono sempre convinta che ci dev’essere qualcosa di affascinante in essa. Se proprio dovessi scegliere qualcosa, direi che i voli di lunga durata possono essere una scocciatura.
Che cosa la fa ridere di gusto?
Rido di gusto quando con le mie sorelle facciamo delle voci buffe.
Crede più nell’amore o nell’amicizia?
Assolutamente n
ell’amore.
Ha un sogno ricorrente?
Tra i i vari…sicuramente ho quello più legato alla mia professione: essere spinta sul palco per cantare e non sapere il ruolo!
Quanto è importante il denaro per lei?
Estremamente, venendo da una famiglia che in passato ha vissuto sugli aiuti sociali, apprezzo l’importanza del denaro guadagnato duramente.
In cosa è più spendacciona?
Cosmetici e abbigliamento. Amo poi “
viziare” la mia famiglia con viaggi e vacanze.
Colleziona qualcosa? E se si, com’è iniziata questa collezione?
No. Anzi, di fatto, passo più tempo a liberarmi delle cose che non mi servono. Ho una vita sempre con la valigia pronta, di conseguenza sono arrivata a essere molto essenziale e a decidere rapidamente il necessario e l’inutile.
Quali sono le sue letture preferite?
Preferisco i classici della letteratura.
A quale o quali città si sente più legata?
Portland e Amsterdam.
Qual è il suo colore preferito?
Dipende… Diciamo che il giallo, il rosa e il viola
sono tra i miei preferiti.
E il suo fiore preferito?
I girasoli.
I suoi cantanti preferiti?
Maria Callas, Tito Gobbi e Luciano Pavarotti.
Qual è il primo disco che ha comprato?
“Jagged little pill” di Alanis Morrisette.
Il film più amato?
Cime tempestose” del 1992, con Ralph Fiennes e Juliette Binoche.  Le riprese in esterna sono alcune fra le più belle che abbia mai visto e avendolo visto in giovane età, ne sono rimasta impressionata e ha lasciato un’impronta indelebile sulla mia psiche.
Qual è la sua stagione preferita e perché?
Il fiorire della primavera.
Che rapporto ha con la tecnologia e qual è il gadget elettronico di cui non può fare a meno?
Ammetto e odio la mia
dipendenza da iPhone.
Qual è il suo atteggiamento nei confronti della televisione?
Non ne  guardo molta. Quando ho del tempo per rilassarmi di solito preferisco guardare i video di YouTube.
Che rapporto ha con la politica?
Molto semplicemente vorrei  la pace nel mondo.
Ha delle cause che le stanno a cuore?
Credo fermamente nel rappresentare un buon esempio per la prossima generazione di cantanti, per questo dedico il più tempo possibile per confrontarmi con studenti e tenendo masterclass.
Giorno o notte?
Sono una creatura diurna.
Qual è la situazione che considera più rilassante?
Quando mio marito passa le sue dita fra i miei capelli.
Ci racconti la sua giornata ideale.
Svegliarmi presto al mattino per dedicare l’intera giornata all’escursionismo in un parco nazionale. Mangiare waffles per brunch e poi nuovamente in viaggio verso una nuova destinazione per ammirare la natura  in tutta la sua maestosità.
Qual è la colonna sonora della sua vita di tutti i giorni?
Un mix di canzoni della Disney, musica latina con tocco di Puccini.
La vacanza o il viaggio che vorrebbe fare?
Disney World o uno qualsiasi dei parchi nazionali americani.
Come definirebbe la sua relazione col cibo?
Un amore reciproco e corrisposto.
Dieta mediterranea, macrobiotica o fast food?
Dieta vegana!
Il suo piatto preferito?
Pizza con formaggi e sostituti della carne vegani.
Sa cucinare? Qual è la sua specialità? E qual è il piatto che cucina più spesso?
Cucino ogni sera e la mia specialità è il cibo etnico! Preparo ricette speziate, vegetariane e con curry per lo più.
Vino rosso o bianco?
Apprezzo entrambi
.
Qual è il posto in cui la cucina è la peggiore in assoluto?
L’America centrale è affascinante, ma per il gusto, “molto difficile”… Non trovo in quella cucina qualcosa che cucinerei e mangerei.
La musica è stata una vocazione?
Assolutamente si
.
Cosa vorrebbe che qualcuno che non conosce la sua voce ascoltasse?
La mia interpretazione di “Caro nome”. È un’aria meravigliosa che ho cantato con piacere molte volte e credo di cantarla sempre meglio volta dopo volta. 

Come segue l’evoluzione della sua voce?
Ho fiducia nella mia tecnica e quando c’è bisogno di cambiare, assecondo il cambiamento.
Se le fosse concesso di scegliere un ruolo, quale sarebbe?
Elvira ne “I Puritani”!
È contenta del suo successo? Fino a che punto?
È
meraviglioso essere riconosciuta e apprezzata, e gli applausi e l’adulazione sono inebrianti. Ma tutto ciò pone anche delle sfide. Trovo che il successo possa fare un’estrema paura e comporti grandi aspettative relative a sempre maggiori successi. Arrivati a un certo punto, non si può andare più in alto.
Che cosa fa un’ora prima di salire sul palco?
Riscaldo la voce,
penso positivo e faccio dei profondi respiri.
Che cosa non deve mai mancare nel suo camerino?
Mio marito…ehehehehe…la  liquirizia, il deodorante e la mia matita per le sopracciglia.
A cosa pensa quando si guarda allo specchio?
Da dove vengono tutti questi capelli grigi?
Qual è il suo umore al momento?
Un mix tra allegria e nervosismo
.
Qual è il suo motto?
Aspettati sempre il peggio, così non verrai mai delusa.

Define yourself with three adjectives…
Honest, friendly, motivated.
What is your star sign? Do you recognize yourself in its features?
I am a Libra, yes, I am 100% Libra.
Are you superstitious? And if yes, about what? Is there any particular ritual related?
No, I am not superstitious, but I do believe in spooks.
Are you a spiritual person? And if yes, in what way?
Yes, I definitely believe in divine intervention and I believe in destiny and a higher power.
Have you ever envied someone? And if yes, who?
Yes, I admit that I envy people who are more beautiful and successful.
What would you have done, hadn’t you become an opera singer?
I probably would have become an English professor.
Did your family influence your choices?
Yes, in every aspect.
Which is your most cherished memory?
My most cherished memories are road trips with my family every summer to Pass Christian Beach, Mississippi.
What’s the smell you associate with your childhood?
The smell I most associate it my childhood is “Royal Violets” perfume. My mother used to put it on us as babies.
 What’s the moment you felt the proudest?
The proudest moment of my life is signing my very first La Scala contract. Also, finishing my first marathon.
What’s your greatest disappointment?
My biggest disappointment is that I rushed into marriage with my first husband when I was too young.  Now I’m in my second marriage and it truly feels right.  Night and day!
Is there anything missing in your life today? And if yes, what?
Nothing is missing; I feel completely happy with my life today. I have made space and time for everything I want in my life currently.
Do you get emotional easily?
Yes!
What are you afraid of the most?
I am afraid of singing poorly. That, and falling into a frozen lake.
What do you find boring?
Nothing in particular, if people are passionate about something I am always convinced that it’s fascinating.  If I had to choose something, I suppose long flights can be a drag.
What makes you laugh heartily?
Doing funny voices with my sisters.
Do you believe more in love or friendship?
Love.
Do you have a recurrent dream?
I have recurring types of dreams, but not specific ones. Usually dreams where I am being pushed out on stage to sing, and I don’t know the role.
How important is money to you?
Extremely, coming from a family that once lived off of food stamps, I appreciate the importance of a hard earned dollar.
Which is the item you like spending money on the most?
It’s definitely makeup, clothing, and my family. I love treating my family to trips and vacations.
Do you collect anything? And if yes, how did this collection start?
I don’t collect; I actually spend more time purging unnecessary items from my life. Since I live out of a suitcase I have to be very picky about what I keep and what I don’t. 
Which are your favorite readings?
I like fiction and classic literature the most.
Which city or cities do you relate to the most?
Portland, Oregon; Amsterdam, Netherlands.
What’s your favorite color?
It varies!  Yellow, pink, and purple are favorites.  But it depends on the item.
And your favorite flower?
Sunflowers.
Your favourite singer(s)?
Maria Callas, Tito Gobbi and Luciano Pavarotti.
Which is the first record you ever bought?
Alanis Morissette’s “Jagged little pill”.
The film you love the most?
My favorite movie is Wuthering Heights (1992) starring Ralph Fiennes and Juliette Binoche.  The on location shooting is some of the most beautiful I’ve ever seen, and I saw it at an impressionable age so it made a lasting mark on my psyche.
Your favorite season and why?
My favorite season is spring because of the flowers.
How is your relationship with technology and what is the electronic gadget you can’t do without?
I hate that I am so dependent on my iPhone.
How’s your attitude towards TV?
I don’t watch a lot of TV, but it serves a purpose.  When I have the need to unwind I generally turn to YouTube videos.
How is your relationship with politics?
I just want world peace.
Do you have causes that are very important for you?
I believe in setting a good example for the next generation of singers so I spend a lot of time talking with students and giving masterclasses.
Day or night?
Day.
Which is the situation you consider the most relaxing?
When my husband runs his fingers through my hair.
Tell us your ideal day…
Waking up early and spending the whole day hiking in a national park and eating waffles for brunch.  Then driving to the next destination and seeing the earth in all its majesty.
What’s the soundtrack to your everyday life?
A mix of Disney songs, Latin music and some Puccini.
The holiday or the trip you’d like to take?
Disney World or any of the American National Parks.
How would you define your relation with food ?
Food and I love each other.
Mediterranean diet, mocrobiotics or fast food?
Vegan Food!
Your favourite dish?
Pizza with vegan meats and cheeses.
Can you cook? What’s your specialty? And what’s the dish you cook more often?
I cook every night and my specialty is ethnic food! I cook spicy, vegetarian curries most often.
Red or white wine?
Yes, please.
Which is the place where cooking is the worst ever?
Middle America is charming but it’s very hard to find the food that I like to cook.
Was music a vocation?
Yes.
What would you want someone .who doesn’t know your voice to listen to?
My rendition of “Caro nome”. It’s a wonderful aria that I’ve enjoyed many times, and I think I’m getting better at it.
How do you monitor the evolution of your voice?
I trust in my technique and when things need to change, I go with it.

If you were granted the chance to choose a role, which one would it be?
I would chose Elvira in I Puritani!
Do you enjoy success? To which extent?
Yes it’s wonderful to be recognized and appreciated, and the applause and adulation is exhilarating.  But it has its challenges too.  I find success to be extremely scary, and full of expectation for some sort of higher achievement.  At some point, it can go no higher.
What do you do an hour prior to going on stage?
Warm up, think calm thoughts, and take long breaths.
What’s never missing in your dressing room?
My husband, black licorice, deodorant, and my eyebrow pencil.
What do you think of when looking at yourself in the mirror?
Where did all of these grey hairs come from?
Your mood at the moment?
Cheerful and nervous.
What’s your motto?
Always expect the worst, that way you’re never disappointed.
P
hoto credits: Crystal Green, Jason Homa, Steven Harris, Stephen Cummiskey, Agathe Poupeney, Brescia & Amisano.

Lascia un commento