La morte non dominerà. Un ricordo di Liz Taylor

Mi mancherai, Elizabeth. Mancherai a tutti. Qualcuno ha scritto che in un “mondo di immagini tremolanti tu eri una stella che splendeva sempre”. Sante parole …
È successo a me un po’ di sere fa, una luna bellissima, la più grande da centinaia di anni; direttamente allineata col sole; vicinissima alla Terra, è apparsa e sembrava enorme e ha fatto risplendere la sua argentea bellezza, togliendoci il fiato. Non poteva esserci momento più appropriato per lasciarci. La luna è venuta e si è portata con sé uno dei suoi raggi più magici…Dopo tutte le ore che abbiamo chiacchierato insieme, mi trovo qui senza parole nel momento della tua dipartita.
Non riesco ad abituarmi all’idea che tu sia “in alto, sopra di noi…” Il mio cuore e la mia solidarietà sono con la tua famiglia, con Michael, Christopher, Liza e Maria… e con i figli dei figli, con Tim e tutte le grandiose persone che lavoravano con te e che ti amavano. Eri sempre molto cortese e divertente con la mia famiglia e i miei amici. Ci  divertivamo.
Il mondo è un posto meno bello, eccitante e accogliente senza di te. Uno spirito eternamente giovane, di gran cuore e pieno di lealtà. Te ne sei andata, circondata dai tuoi figli, e hai affrontato questo momento senza paura. Ci eri già passata. Mi mancherà la tua risata. Il tuo umorismo. Mi rende molto triste il pensiero che non vedrò più quegli occhi profondi, maliziosi e pieni di emozione. Erano davvero qualcosa di speciale, sai? Finestre spalancate su una delle anime più uniche che abbia mai conosciuto… Viola, come velluto… luminosi.
Pur essendo timida com’eri, i tuoi occhi erano cordiali con  tutti. Guardarti era come assistere a qualcosa di mitico. La verità. Quanto spesso ci capita di osservarla? I tuoi sorrisi e le tue risatine rendevano accessibile quella specie di bellezza quasi impossibile… quasi. Ora, cara amica, sei ancora parte di tutto ciò che è bellezza… e penserò sempre a te in questi termini.
Seguirò il tuo esempio… vivrò bene, pienamente e con onestà… non lascerò nulla di incompiuto, il mio cuore sarà aperto pronto per quel giorno e sarò con coloro che hanno bisogno di aiuto. Combatti l’ingiustizia e, non dimenticare, ammicca quando perdono il controllo. Farà pensare loro che tu sai qualcosa che loro non sanno.
Ben fatto, Elizabeth….. hai fatto tutto a modo tuo e siamo persone decisamente migliori per questo!!! Terminavi ogni telefonata con me dicendo: “Ti voglio bene, Aprile…” e io ti rispondevo: “Anch’io te ne voglio…” Bella ragazza, te ne vorrò sempre.
Versione italiana a cura di Paolo Tancredi

Lascia un commento