Monte San Vito (An): Accademia Metastasiana

Monte San Vito (AN), Teatro La Fortuna, XI° Festival Pergolesi Spontini
“Accademia Metastasiana”
Soprano Veronika Kralova
Mezzosoprano Aurora Faggioli
Fortepiano Andrea Coen
Musiche di J.C.Bach, D.Cimarosa, G.Paisiello,
W.A.Mozart, F.J.Haydn
Monte San Vito, 11 settembre 2011
Un altro  concerto di rilievo del Festival Pergolesi-Spontini, ha avuto luogo  al Teatro La Fortuna di Monte San Vito (AN)  con  il titolo Accademia Metastasiana. Musiche di J.C. Bach, D. Cimarosa, G. Paisiello sono state interpretate dal soprano Veronika Kralova e dal mezzosoprano Aurora Faggioli accompagnate al fortepiano dal M° Andrea Coen che ha presentato  brani del vastissimo repertorio da camera su testi del poeta cesareo. Il raffinatissimo programma musicale ha reso omaggio a uno dei poeti più importanti del Settecento, Pietro Metastasio, che, come ricorda Stendhal, “con la sua opera ha affascinato non soltanto l’Italia, ma tutto quanto vi sia di spirituale in tutte le corti d’Europa”. Suoi i libretti de L’Olimpiade e di Adriano in Siria di Giovanni Battista Pergolesi. Nel concerto è  stata eseguita su testo di Metastasio la  Canzonetta III in sol maggiore per due soprani e basso continuo Pur nel sonno almen talora di Johann Christian Bach (1735-1782), il Duettino n. 1 in mi bemolle maggiore per due soprani e basso continuo Amor, pietoso amore di Domenico Cimarosa (1749-1801), con testo di Lorenzo da Ponte, e le tre Sonate C. 51 in sol maggiore, C. 52 in sol minore, C. 53 in sol maggiore; poi, nella seconda parte La Libertà a Nice Canzoni del Metastasio per due soprani e basso continuo di Giovanni Paisiello (1740-1816), intercalate con Minuetti di Wolfgang Amadeus Mozart e di Franz Joseph Haydn. Il grande stile delle due cantanti è stato pari alla raffinatezza del repertorio scelto, in particolare La Libertà a Nice di Paisiello con il basso continuo splendidamente realizzato dal M° Coen che ha riprodotto alla perfezione lo stile dell’autore nelle parti intermedie dell’armonia e nelle appropriate imitazioni del canto.
La bellezza e godibilità delle linee melodiche delle voci e la grande capacità di variare affetto e carattere lungo le strofe della composizione metastasiana indicano che Paisiello è autore fecondo e generoso, capace di larga presa anche sul pubblico odierno e direi che costituisce un ottimo aggancio con il mondo pergolesiano ( la sua Serva Padrona ci aspetteremmo prima o poi di ascoltarla nel Festival);  le due interpreti, dalla timbrica ottimamente assortita, hanno esibito quella capacità di compostezza e di espressione tipica dello stile cameristico dove si è apprezzato il controllo dei suoni e perfino delle vibrazioni, dimostrandosi poi generose anche nello stile più teatrale sfoderato nel bis costituito dal duetto Susanna- Marcellina Via resti servita dalle Nozze di Figaro di Mozart. Il M° Coen dal canto suo ha offerto un esempio di versatilità nel proporre sul suo eloquente strumento una ricca silloge di brani del repertorio per fortepiano ricreando nel piccolo teatro gioiello di Monte San Vito (AN) la tenera atmosfera del lusus musicale cameristico di tipo italiano. Andrea Coen svolge da più di vent’anni attività concertistica in Italia, in Europa e negli Usa come clavicembalista, organista e fortepianista per le più prestigiose istituzioni musicali. Veronika Kralova si esibisce come soprano solista nel repertorio sacro-sinfonico ed operistico del periodo barocco, classico e primo romantico, collaborando con importanti enti orchestrali in Italia e all’estero. Aurora Faggioli, mezzosoprano, ha partecipato a rassegne, performance e festival in Italia e all’estero. Nel 2010 ha vinto il primo premio ex-aequo al V°concorso internazionale di canto F.M. Martini di Mantova ed è finalista al Concorso Zandonai di Riva del Garda.
Foto Binci

Lascia un commento