William Matteuzzi: Live recordings 1980-1999

William Matteuzzi – live recordings 1980-1999
Arie da opere di Rossini, Mozart, Cimarosa, Lehar, Puccini, Bellini. Varie orchestre e direttori. 1 cd Bongiovanni
Ascoltare questo cd è ripercorrere quella stagione belcantista che, tra gli anni 80′ e 90′ ci ha fatto rivivere i fasti dell’operismo rossininiano, in particolare di quel Rossini “serio” a lungo considerato “minore”, rispetto ai celeberrimi lavori buffi del compositore pesarese.  Il tenore bolognese William Matteuzzi è stato uno dei protagonisti di quell’ età dell’oro del canto, accanto a Rockwell Blake e Chris Merritt.  Tre vocalità quanto mai diverse ma che ci hanno fatto riascoltare con dovizia di tecnica e stile, opere quali Ermione, Otello, Zelmira tanto per fare qualche titolo.  In questo cd l’arte di Matteuzzi è rappresentata al suo zenith. Lo ascoltiamo passare con facilità dal Rossini “serio” di Ricciardo e Zoraide, Otello,  Zelmira a quello “buffo” de Le comte Ory, La Cenerentola, L’Italiana in Algeri. Emergono in pieno le sue peculiarità: la  straordinaria estensione, mai casualmente ostentata, ma sempre inserita nel contesto della situazione musicale,  il notevole virtuosismo, anche nel canto legato, ma soprattutto la costanze attenzione al colore espressivo della parola, mai banale o scontato. Una qualità questa, che la possiamo pienamente riscontrare nei brani tratti da Il matrimonio segreto di Cimarosa, o ancora ne La vedova allegra di Lehar o  nel Gianni Schicchi di Puccini, che ci fanno conoscere “l’altro” Matteuzzi, quello attento ai più svariati repertori che spaziano da Monteverdi al teatro contemporaneo.

Lascia un commento