Andrea Bocelli in “Carmen” e “Andrea Chénier”

Georges Bizet:”CARMEN” – Marina Domashenko (Carmen), Eva Mei (Micaela), Andrea Bocelli (Don José), Bryn Terfel (Escamillo). Coro e Orchestra di Radio France. Direttore, Myung-Whun Chung2 CD Decca, 475 7646
Umberto Giordano:”ANDREA CHENIER” – Andrea Bocelli (Andrea Chénier), Violeta Urmana (Maddalena  di Coigny), Lucio Gallo (Carlo Gérard). Orchestra Sinfonica e Coro di Milano “Giuseppe Verdi”. Direttore, Marco Armiliato2 CD Decca 478 2382
La Decca immette sul mercato due registrazioni, non recentissime, rispettivamente del 2005 e del 2007 di Carmen e Andrea Chénier nelle quali campeggia a lettere cubitali il nome di Andrea Bocelli.  Il chiaro riferimento è per tutti i fans di questo cantante per il quale sono state appositamente create ad hoc queste registrazioni in studio. Un fatto quasi eccezionale, visti i tempi, non certo d’oro, in cui naviga il mercato discografico della musica classica e nel quale assistiamo chiaramente a un numero veramente ridotto di opere realizzate in studio. Dopo le incisioni di Tosca, Bohème, Trovatore, Werther, Cavalleria rusticana e Pagliacci si tenta nuovamente di lanciare Andrea Bocelli come il Don José o lo Chénier ideali. Ancora una volta invece si deve constatare  che il cantante toscano, affiancato a solidi professionisti come la Domashenko, o la Mei, o ancora Terfel, la Urmana, Gallo, appare in tutta la sua fragilità vocale. I tecnici del suono non riescono certo a fare miracoli per nascondere la povertà di stile, di colori, di linea di canto di Bocelli che si conferma essere un tenore-pop, tra lui e l’opera c’è un abisso,  punto e basta.  Non resta che apprezzare le belle direzioni d’orchestra di Whun Chung e Armiliato e le prove dei vari cooprotagonisti, anche se tutti non centratissimi. Auguriamoci che il capitolo Bocelli-opera lirica, sia giunto al capolinea, cosa che dubitiamo fortemente e che rimanga a deliziare i suoi numerosissimi fans con tutti i generi di canzoni che si trovano in giro per il mondo. I veri melomani se lo augurano!

Lascia un commento