XXI° Premio Lirico Tiberini d’Oro

Associazione Lirica “Mario Tiberini” – San Lorenzo in Campo (PU), Teatro “Tiberini”
“PREMIO LIRICO TIBERINI D’ORO” – XXI edizione
Ideazione e direzione  artistica di Giosetta Guerra, Presidente Onorario Samuel Ramey
Soprano
Jessica Pratt
Basso Carlo Lepore
Controtenore Nicola Marchesini
Pianoforte Mirca Rosciani
Presenta la serata Giosetta Guerra
San Lorenzo in Campo, 14 agosto 2012

San Lorenzo in Campo (PU)è un antico castello posto lungo la valle del medio Cesano, sulla sponda sinistra del fiume, a ridosso di un piccolo rilievo collinare ai cui piedi si sviluppa il ridente borgo. Sottopassato da un arco vi è il severo Palazzo Della Rovere (sec. XVI) nel cui interno sono oggi ospitate ben tre raccolte museografiche: quella archeologica, quella etnografico-africana e quella di storia naturale, oltre all’ottocentesco Teatro ‘Mario Tiberini’ famoso per la sua  elegante sala a palchetti interamente decorata con motivi pittorici neoclassici e liberty. Ed è proprio all’interno di questo piccolo gioiello marchigiano che ogni anno si svolge il premio Tiberini D’Oro un premio lirico internazionale che viene conferito ai migliori cantanti lirici ed a noti personaggi del mondo operistico e che sin dal 1989 è organizzato ed interamente gestito da Giosetta Guerra profonda conoscitrice e studiosa di riferimento della  vita e la storia professionale del grande tenore Mario Tiberini, nativo proprio di questo borgo. La carriera di Mario Tiberini ha inizio in America, dove si esibisce dal 1854 al 1858, debuttando molti ruoli che poi porterà in Italia. Rientrato in Europa, calca i principali teatri italiani e stranieri, con un repertorio che comprende opere di Rossini, Bellini, Gounod, Meyerbeer, Donizetti, Verdi, Marchetti, Faccio riuscendo a portare in scena una settantina di ruoli e debuttando ben diciassette opere nuove in prima mondiale assoluta.
In omaggio al famoso tenore ed alla sua strepitosa carriera il premio ogni anno riesce a richiamare cantanti di fama internazionale, professionisti della lirica, giornalisti ed appassionati  dell’opera  e questa XXI edizione ha visto premiati il soprano australiano Jessica Pratt,il basso Carlo Lepore ed il controtenore Nicola Marchesini.
Abbiamo ascoltato un recital di notevole livello artistico diviso in due corpose parti ed intervallate dall’attesissima premiazione. Carlo Lepore ha aperto la serata e la prima parte del concerto con “Madamina il catalogo è questo” dal “Don Giovanni” di Mozart. Sono seguite poi numerosi interventi solistici con brillanti esecuzioni  “Inumano fratello, Stille Amare  “dal Tolomeo di G.F.Haendel (Nicola Marchesini),”D’una madre sventurata” dal “Il Crociato in Egitto” di Meyerbeer (Jessica Pratt),”Il lacerato spirito” dal “Simon Boccanegra” di G.Verdi (Carlo Lepore),”Venga pur minacci e frema” dal “Mitridate,re di Ponto” di W.A.Mozart (Nicola Marchesini) e “Ma la sola,ahimè!sono io” dalla “Beatrice di Tenda” di V.Bellini (Jessica Pratt), “La calunnia” dal “Il Barbiere di Siviglia” di G.Rossini (Carlo Lepore).
La premiazione all’interno del programma ha poi avuto importanti interventi di Giosetta Guerra sia sulla carriera internazionale dei premiati e sia sulla sua genesi del premio stesso e tra questi un  piccolo ma interessantissimo cammeo della Signora Giuseppina Giacomazzi  che è intervenuta sulla musica settecentesca e sul tema tanto discusso dei castrati. Carlo Lepore, impegnato come la Signora Pratt al Rossini Opera Festival ha lasciato dopo la premiazione il concerto per poter affrontare con il giusto riposo la recita dell’indomani, ma confondendo il pubblico che attendeva l’esecuzione per intero del programma di sala. La professionalità dei solisti in scena, della pianista e lo spirito assolutamente familiare della prestigiosissima manifestazione hanno permesso di poter proseguire con dei fuori programma tanto inaspettati, quanto piacevoli. Tra il pubblico Il tenore Michael Spyres, anch’egli attualmente impegnato al Rof, si è prestato con simpatia ad intervenire vocalmente regalando al pubblico momenti di rara eccellenza. La seconda parte dunque ha visto l’esecuzione di “O luce di quest’anima” dalla “Linda di Chamounix di G. Donizetti (Jessica Pratt),”Dove sei amato bene” dalla “Rodelinda” di G.F.Haendel (Nicola Marchesini),”Follie, follie” da “La “Traviata di G.Verdi (Jessica Pratt, Michael Spyres),”Lascia ch’io pianga” dal “Rinaldo” di G.F.Haendel (Nicola Marchesini) ed un finale scoppiettante con “Libiamo” da “La Traviata”di Giuseppe Verdi (Jessica Pratt, Michael Spyres, Nicola Marchesini). Una pioggia di rose e petali coloratissimi hanno coronato il teatro tutto, regalando ai premiati ed all’organizzazione una serata assolutamente apprezzata dal pubblico assai coinvolto e plaudente. Accompagnava al pianoforte la sempre validissima Mirca Rosciani.

Lascia un commento