Marco Berti e Floraleda Sacchi:”Casa Mia”

Marco Berti (tenore), Floraleda Sacchi (arpa). Giacomo Puccini: Casa mia, casa mia; Pietro Mascagni: M’ama non m’ama, Pena d’amore, La tua stella, Alla luna, Rosa, Risveglio; Ruggero Leoncavallo: Ruit hora, Aprile!, Barcarola notturna, Foglie d’autunno, Mandolinata, Hymne a la lyre, Canzone d’amore, Vieni amore mio!…, Lasciati amar!, Mattinata; Giacomo Puccini: Sole amore, Terra e mare, Avanti Urania!, Casa mia, casa mia.
Registrazione: Villa ex Magni Rizzoli di Canzio (Co), ottobre 2011.
1 CD MB Classics MBC501 Siamo abituati ad ascoltare il celebre tenore Marco Berti nei panni eroici di un Calaf, o Radames o soffrire dell’amore bruciante di Don Josè. Per un momento Berti abbandona armature, spade e quant’altro e,  indossa una più comoda vestaglia e, nella tranquillità di un salotto apre un quaderno musicale d’altri tempi e, con  un passionionalità meno “bruciante” di una “romanza del fiore” bizetiana, ci racconta di amori più “borghesi” meno disperati, argomento dominante di queste liriche da camera, di assai raro ascolto, firmate da Giacomo Puccini, Pietro Mascagni e Ruggero Leoncavallo. Dal “Casa mia, casa mia” pucciniano che da il titolo all’album, alla celebre “Mattinata” di Leoncavallo, Marco Berti infonde il suo accento scolpito e il calore della sua bella e squillante voce tenorile che crea un magnifico contrasto con il tessuto vellutato di suoni creato dall’arpa di Floraleda Sacchi. Un cd che scivola via piacevolmente comodamente adagiati, magari su un bel divano come quello della copertina dell’album, mentre si sorseggia un calice di buon vino!


Lascia un commento