“Senza trucco!”…Daniela Dessì

Il celebre soprano Daniela Dessì tornerà a interpretare l’Aida verdiana all’Arena di Verona ( 28 luglio e 3 agosto); sarà poi al Taormina Opera Festival 2013 dove, per la prima volta, interpreterà il ruolo di Santuzza in Cavalleria rusticana, al fianco di Fabio Armiliato (8 e 12 agosto).
Qual è il tratto principale del tuo carattere?

La correttezza e la perseveranza.
E il tuo peggior difetto?
La pigrizia.
Segno zodiacale?
Toro.
Sei superstiziosa?
Un po’, come artista?!!
Che rapporto hai con la spiritualità?
Un rapporto personale molto intimo e siccome personale me lo tengo per me.
Hai mai sofferto d’invidia?
Qualche rara volta ma NON nei confronti dei colleghi di lavoro.
Cosa volevi fare da grande?
La cantante lirica o il medico.
La tua famiglia ha influenzato le tue scelte ?
In parte sì. Mia zia cantava l’opera ed io volevo fare la cantante pop. Poi la passione per l’opera ha prevalso.
Quali sono i tuoi ricordi più cari?
Quelli legati ai  miei genitori che non ci sono più.
Qual è stato il tuo momento di maggior orgoglio?
Quando è nato mio figlio.
Qual è la delusione più grande che hai mai avuto?
Aver creduto in persone che non si meritavano la mia fiducia.
Cosa manca nella tua vita oggi?
Mancano gli affetti di una volta, e la giovinezza.
Di che cosa hai paura?
Ho paura dell’ignoto e di non poter essere totalmente padrona della mia vita e di quello che succederà.
Hai un sogno ricorrente?
Sì, il mare…l’oceano, le onde.
Che importanza dai al denaro?
L’importanza che merita, non di più non di meno.
In cosa sei più spendacciona?
Nel cibo.

Collezioni qualche oggetto?
Bicchieri antichi.
Quali sono le tue letture preferite?
Variabili, generalmente romanzi o biografie.
Qual è il tuo profumo preferito?

Ne ho più di uno…ma direi PARIS, Yves Saint Laurent.
Città preferita?
Roma.
Colore preferito?
Il blu.
Fiore preferito?
La rosa.
Il cantante o i cantanti preferiti?
Barbara Straisand e Rosa Ponselle.
Qual è stato primo disco che hai acquistato?
L’Aida di Verdi.
Qual è il film che hai amato di più?
Schindler’s List e La vita è bella.
Qual è la stagione dell’anno che preferisci e perché?
La primavera perché risveglia tutto, emozioni e natura.
Che rapporto hai con la tecnologia e qual è il gadget tecnologico di cui non potresti fare a meno?
Non splendido, non sono informatissima a riguardo ma non saprei fare a meno del mio computer.
Che rapporto hai con la televisione?
Rapporto di “baby sitter”.. mi fa molta compagnia quando sono in giro sola per i miei viaggi di lavoro.
Che rapporto hai con la politica?
Difficile, soprattutto per quella italiana.

Hai delle cause che ti stanno particolarmente a cuore? 
La ricerca contro le malattie che per ora sono incurabili, cause contro i maltrattamenti dei bambini, contro la pedofilia, maltrattamento degli animali nel mondo.
Giorno o notte?
Il giorno.
Qual è la situazione che consideri più rilassante?
Quando abbraccio mio figlio e il mio compagno.
Qual è il tuo ideale di giornata?
Una giornata intensa, piena di cose da fare. Detesto l’ozio!
Qual è il tuo rifugio da tutto e tutti?

Me stessa.
Qual è la musica che di solito fa da sottofondo alle tue giornate?
Metto raramente musica di sottofondo…mi piace l’ascolto sinfonico ma fatto con attenzione. Se proprio deve essere un sottofondo allora anche uno swing va bene.
Cosa ti manca di più quando sei lontana da casa?
Al di la ovviamente dei figli, il mio cane (Zelda).
Qual è la vacanza o il viaggio che vorresti fare e che non hai ancora fatto?
Vorrei andare in India.
Chi o cosa ti imbarazza?

La stupidità.
Com’è il tuo rapporto con il cibo?
Buono, anche se cerco di non mangiare e possibilmente cose naturali.
Dieta mediterranea, dieta macrobiotica o fast food?
Nessuna di queste. Direi la dieta…Dessì!
Qual è il tuo piatto preferito?
La pasta ed il Sushi.
Vino rosso o bianco?
Rosso e possibilmente Chianti.

Il posto dove si mangia peggio?
A casa di una mia amica che fa sempre ricette nuove copiate dal ricettario alle quali aggiunge “tocchi di fantasia” con ingredienti.. che rovinano tutto.
La musica è stata una vocazione?
Vocazione e passione!
A chi non conoscesse la tua voce, cosa faresti ascoltare?
Farei ascoltare un insieme fra la mia Norma , la Tosca e il “mio” Mozart.
Come segui l’evoluzione della tua voce?
La seguo studiando e monitorandola nel tempo per mezzo delle registrazioni
Se ti fosse data l’opportunità di scegliere un ruolo, cosa canteresti?

Sceglierei …Medea e la Lady del Macbeth e perché no, per divertirmi, Carmen.
Cosa fai un’ora prima di salire sul palco?
I classici vocalizzi.
Cosa non manca mai nel tuo camerino?
Lo zucchero.
A cosa pensi quando ti guardi allo specchio?
Che insomma.. non c’è ancora male.
Stato d’animo attuale?
Discretamente sereno.
Il tuo motto?
PAULATIM VINCIT : perseverando si vince.

 

Lascia un commento