Rossini: “Furore e Magia” – parte 7


Claudia Bilotti
incontra Sergio Ragni

Ancora giovanissimo, grazie alla madre, Sergio Ragni scopre la passione per la musica. Se Metternich non seppe trattenere la sua grande ammirazione verso il compositore definendolo “il più gran genio musicale del mondo”, Ragni va oltre, manifestando la sua completa ammirazione iniziando a collezionare i primi oggetti di quella che oggi viene definita la più vasta e preziosa collezione esistente su Rossini, in parte esposta nella Casa Museo. Prima di entrare nella biblioteca spicca una bacheca molto particolare, appositamente creata per custodire i gioielli di scena di Maria Malibran.

Lascia un commento