Orchestra Verdi di Milano: “Passione secondo Giovanni” di Johann Sebastian Bach

Stagione sinfonica 2020-2021, Duomo di Milano
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe 
Verdi
Evangelista Bernhard Berchtold
Gesù Simon Schnorr
Soprano Marie Luise Werneburg
Alto Benno Schachtner
Tenore David Fischer
Baritono Christian Senn
Viola da gamba Cristiano Contadin
Ensemble Vocale de laBarocca
Maestro del Coro  Jacopo Facchini
Ensemble laBarocca
Direttore Ruben Jais
Johann Sebastian Bach: “Johannes Passion” (Passione secondo San Giovanni) per soli, coro e orchestra BWV 245
Milano, 2 aprile 2021 (streaming.laverdi.org)
Un’esecuzione particolarmente suggestiva della Passione secondo Giovanni di Bach ha contraddistinto il Venerdì Santo della Verdi di Milano. In realtà, in quest’occasione ad esibirsi, nella splendida e altrettanto suggestiva cornice del Duomo di Milano  non è stata la compagine milanese, ma l’Ensemble laBarocca, costituita da strumenti originali e ben diretta da Ruben Jais che dell’Orchestra Verdi è il direttore artistico. Ottima la concertazione di Jais che ha interpretato questa partitura con profondo senso dello stile e per un’attenzione all’aspetto filologico, dando vita ad un’esecuzione veramente coinvolgente. Per quanto attiene all’aspetto vocale si segnala la buona prova di Bernhard Berchtold (Evangelista) che nei recitativi si è distinto per l’attenzione ai contenuti espressivi del testo e una certa partecipazione emotiva. Decorosi, ma senza particolari pregi vocali  Simon Schnorr (Gesù), il soprano Marie Luise Werneburg e il controtenore Benno Schachtner. Più convincenti le prove del tenore David Fischer e del baritono Christian Senn, che hanno mostrato voci più interessanti e tecnicamente più solide. Ottima la prova dell’Ensemble Vocale de laBarocca ben preparata da Jacopo Facchini e funzionale anche alla realizzazione del basso continuo il contributo di Cristiano Contadin con la sua viola da gamba.

Lascia un commento