“Giulietta”. Eleonora Abbagnato e sua figlia Julia, per la prima volta all’Estate Teatrale Veronese

In prima assoluta all’Estate Teatrale Veronese, il 19 e 22 luglio (ore 21.15) lo spettacolo di Daniele Cipriani. Promo 10 euro per le scuole di danza e per chi ha il biglietto dello spettacolo “Roberto Bolle and friends” di Fondazione Arena.
Alla piccola grande donna immortalata da William Shakespeare è dedicato questo spettacolo in cui le arti della musica, della danza e della poesia si uniscono per dipingere a colori – ora delicati, ora vivissimi – un ritratto nuovo della più celebre veronese di tutti i tempi e di ciò che rappresenta. Ad incarnarla, la ballerina Eleonora Abbagnato, direttrice della Compagnia di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma e già étoile dell’Opéra di Parigi, e la figlia Julia Balzaretti‘Giulietta’, a cura di Daniele Cipriani, sarà in prima assoluta il 19 luglio al Teatro Romano di Verona, nell’ambito della 74a Estate Teatrale Veronese, con replica il 22 luglio.
Una bionda bambina assorta in romantici sogni ad occhi aperti: una piccola Giulietta dei nostri giorni la quale immagina se stessa adulta, bellissima e appassionata, accanto al suo innamorato. Si assomigliano la piccola e la grande Giulietta, poiché la donna è Eleonora Abbagnato, la bimba Julia Balzaretti, figlia dell’étoile, anni 10, che (guarda caso), porta lo stesso nome dell’eroina veronese. Il “Romeo” contemporaneo, quintessenza del giovanotto “cool” secondo i parametri della fantasia infantile odierna, è Sasha Riva. Le sorprese di questo balletto saranno tante: presente, futuro e anche passato (con reminiscenze di Capuleti e Montecchi) si fondono, mentre un amico immaginario (Simone Repele) scandisce il tempo a giri di bicicletta.
Ascolteremo non le celeberrima partitura Romeo e Giulietta di Prokofiev, ma altre pagine musicali ispirate alla tragedia scespiriana, eseguite dal vivo in palcoscenico da due virtuosi del pianoforte, Marcos Madrigal e Alessandro Stella che ne eseguiranno le trascrizioni, piuttosto inusuali, per due pianoforti, diventando protagonisti dell’azione stessa anch’essi, insieme ai ballerini. Foto Massimo Danza
Ulteriori informazioni sul sito www.spettacoloverona.it. 

Lascia un commento