Roma, Teatro Ambra Jovinelli: “Il cotto e il crudo” apre la stagione 2022/23

La stagione 2022|2023 dell’Ambra Jovinelli si apre il 12 ottobre all’insegna della risata con il grande ritorno della coppia storica della comicità, Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo, in arte Toti e Tata, che porteranno in scena per la prima volta a Roma Il cotto e il crudo, spettacolo dedicato a chi ama l’improvvisazione e i salti nel vuoto.
Lo spettacolo propone una coppia storica della comicità pugliese che coglie l’occasione per mettere in scena il meraviglioso rapporto che da oltre tre decenni li vede insieme sul palco. E proprio la Puglia, come territorio ricco di attrattive, ma soprattutto come luogo dell’anima dove ritrovarsi, è tra le protagoniste della pièce. Infatti si assiste ad una rimpatriata. Ad un ritorno a casa nel quale si pronuncia senza ansia la parola “cosa” senza allargare la o. Ci si sente davvero in famiglia e tutti si riconoscono attraverso una comunicazione segreta tra pari che ha la stessa radice, forse di albero di ulivo.
Ci sono tradizioni che si tramandano oralmente come racconti da mantenere intatti nel tempo; ne “Il cotto e il crudo” la madre Puglia si riunisce per celebrare sé stessa, terra ormai al centro di straordinari flussi turistici e culturali.
Uno spettacolo di due ore senza guardare il telefono, senza pensare all’orario. Il calore: ecco cosa vuole trasmettere questo show. Che lo veda un pugliese oppure no.
Perché “Il cotto e il crudo” sembra una rappresentazione non strutturata, ma nata al momento; appare come la conversazione di due amici alla quale si partecipa facilmente spaziando su tematiche comuni e condivise. L’obiettivo è regalare gioia, far sentire il pubblico partecipe di un piccolo grande evento, farlo uscire dal teatro felice. Uno spettacolo per chi ama l’improvvisazione, i salti nel vuoto e, soprattutto, il ragù che cuoce dalle cinque di mattina. Repliche fino al 23 ottobre
Tutte le informazioni sul sito del teatro.

Lascia un commento