Le cantate di Johann Sebastian Bach: terza domenica dopo l’Epifania

Per questa festività, Bach ha composto quattro cantate, la più antica delle quali è Alles nur nach Gottes Willen BWV 72 eseguita per la prima volta a Weimar il 17 gennaio 1711, ma giunta a noi solo in una versione rielaborata per Lipsia, dove venne eseguita il 27 gennaio 1726. Il testo è a opera di Solomo Franck che, nell’ultimo numero (nr.6) utilizza la prima strofa del Corale “Sia sempre fatta la volontà di Dio” del Markgrafen Friedrich von Brandenburg-Ansbach (1490-1568). Bach apre la cantata con un brano Corale a carattere concertante, di forma tripartita, strutturato ai principi dell’imitazione canonica, specie nella sezione centrale e con lapidari blocchi d’insieme, sistematicamente simbolicamente agganciati alla parola “Alles” (Tutto), reiterata fino all’ossessione. La particolare struttura del recitativo che Franck ha previsto come nr.2, porta il canto ad organizzare il discorso vocale del contralto, sulla tripartizione di recitativo-arioso-recitativo, con la sezione centrale appunto l’arioso riservata a mettere in evidenza le nove esclamazioni sul soggetto “Signore è questa la tua volontà” risolta in forma melodica. Similare, nei primi tre casi o variate. La ripresa dello stile recitativo degli ultimi tre versi è poi direttamente collegata all’aria “vivace” avviata dal contralto senza soluzione di continuità e anticipando il ritornello strumentale che si sviluppa in stile fugato tra le due parti di violino; un’ultima aria la nr. 5 per soprano, chiude l’opera, placando la tensione drammatica con i caratteri della danza, nel caso specifico una “polonaise”.

Nr.1 – Coro
Tutto sia fatto secondo la volontà di Dio,
nella gioia e nel dolore,
nella buona e nella cattiva ora.
La volontà di Dio sia la mia quiete
sotto le nuvole ed il sole splendente.
Tutto sia fatto secondo la volontà di Dio!
Sia questo il mio motto.
Nr.2 – Recitativo e arioso (Contralto)
Benedetto il cristiano che rimette sempre
la sua volontà alla volontà di Dio, accada quel
che accada, nel bene e nel male.
Signore, se vuoi, tutto seguirà il tuo volere!
Signore, se vuoi, tu mi renderai felice!
Signore, se vuoi, il mio male svanirà!
Signore, se vuoi, ritroverò salute e purezza!
Signore, se vuoi,la tristezza si trasformerà in gioia!
Signore, se vuoi, pascolerò tra i rovi!
Signore, se vuoi, un giorno sarò beato!
Signore, se vuoi, -lasciami esprimere questa parola
con fede e rassicura la mia anima!-
Signore, se vuoi, non morirò,
pure se le forze e la vita mi abbandoneranno,
se il tuo Spirito dirà queste parole al mio cuore!
Nr.3 – Aria (Contralto)
Con tutto ciò che sono e che ho
mi affido a Gesù,
sebbene la mia mente e il mio spirito deboli
non possano comprendere i disegni
dell’Altissimo; possa egli sempre condurmi
sui sentieri fatti di rose e di spine!
Nr.4 – Recitativo (Tenore)
Credi dunque!
Il tuo Salvatore dice: lo voglio! 1
Lui sa tendere volentieri
la sua mano misericordiosa,
quando la croce e la sofferenza ti assalgono.
Conosce il tuo dolore e scoglie i legacci
che ti stringono. Rende forte ciò che è debole,
e non disdegna di entrare con la sua grazia
sotto gli umili tetti dei cuori afflitti
Nr.5 Aria (Soprano)
Il mio Gesù lo vuole, vuole addolcire la tua croce.
Sebbene il tuo cuore soffra per tante afflizioni,
riposerà dolcemente e serenamente nelle sue braccia.
se la fede lo abita; il mio Gesù lo vuole!
Nr.6 Corale
Sia fatta sempre la volontà di Dio,
la sua volontà è per il meglio,
egli è pronto ad aiutare
coloro che credono fermamente in lui.
Soccorre nel bisogno, questo Dio giusto,
e punisce con moderazione.
Chi confida in Dio e conta su di lui
non sarà mai abbandonato.
Traduzione Emanuele Antonacci

 

Lascia un commento